Libri Catalogo

Disponibili sui vari store online, ordinabili in libreria o direttamente alla Casa Editrice scrivendo a info@maunakea.biz o pagando via Paypal a paypal.me/maunakeaedizioni con costo 4 euro spedizione via corriere consegna entro 4 giorni

Le mie Prigioni. Edizione ad Alta Leggibilità di Silvio Pellico. A cura di Giampietro de Angelis

Le mie Prigioni. Edizione ad Alta Leggibilità

di Silvio Pellico. A cura di Giampietro de Angelis

pagine 590 formato 14×21

Prezzo 18 euro

Edizione febbraio 2020

Categoria: Letteratura, Classici Italiani

EAN/ISBN 978-88-31335-14-0

Il libro italiano più letto dell’Ottocento in edizione ad alta leggibilità a grandi caratteri, elevata interlinea e rientri ripetuti. A cura di Giampietro De Angelis. Silvio Pellico descrive il dolore e la ruvidità del quotidiano di dieci interminabili anni di dura prigionia. Ma egli non cerca vendetta, bensì parla di segni d’amore che emergono dall’animo delle persone, i suoi carcerieri. Privato di tutto, trova e rinnova la sua fede in Dio, ma anche negli uomini.  “Fa ch’io discerna pure negli altri qualche dote che loro m’affezioni; io accetto tutti i tormenti del carcere, ma deh, ch’io ami! deh, liberami dal tormento d’odiare i miei simili!” Il suo libro di memorie sarà uno strumento potente, che contribuirà a scardinare la granitica forza dell’Impero austriaco. Le mie prigioni,  pubblicato nel 1832, è un libro di memorie di Silvio Pellico che inizia  con il suo arresto, il 13 ottobre 1820 e si conclude con la ritrovata libertà, il 17 settembre 1830. Dieci anni di carcere duro, in sostituzione alla pena di morte. Ci si aspetterebbe un libro di denuncia a forte connotazione politica. Invece, Pellico ebbe come filo conduttore l’importanza della fede, e forse non si rese conto, in un primo momento, che quel libro avrebbe avuto grande accoglienza per l’implicito spirito patriottico. L’opera ebbe un successo inimmaginabile.

L’Autore:Silvio Pellico nasce il 24 giugno del 1789 a Saluzzo, secondogenito di Onorato Pellico e Margherita Tournier. Studia a Pinerolo, per poi spostarsi a Torino e successivamente in Francia, a Lione. Appassionato di  letteratura classica, rientra in Italia nel 1809, stabilendosi a Milano, dove fa l’insegnante di francese e scrive opere tra cui Francesca da Rimini. Frequenta Ugo Foscolo e Vincenzo Monti.  Quando cade il regime napoleonico, Pellico diventa componente della setta segreta dei Federati. Lo scrittore viene arrestato dalla polizia austriaca e conosce la terribile prigione dei Piombi di Venezia, e poi quella dell’isola di Murano, dove rimarrà fino al 1821. Viene deportato alla fortezza di Spielberg, a Brünn, oggi Brno, e la sua dura prigionia durerà fino al 1830. Il suo libro-testimonianza Le mie prigioni viene scritto dopo la scarcerazione, e la popolarità sarà da subito molto grande. Silvio Pellico muore il 31 gennaio 1854.     
Il curatore: Giampietro De Angelis è membro fondatore di Omnibus Omnes, che si occupa di sensibilizzazione su tematiche legate ai diritti umani, problematiche sociali, la salvaguardia culturale dei popoli indigeni. Si interessa d’arte, da appassionato ed hobbista. In particolare, le arti figurative e letterarie. Ha al suo attivo la raccolta “All’ombra del punto”, selezione di brevi racconti.

Il Ventre di Napoli. Edizione ad Alta Leggibilità di Matilde Serao. A cura di Fania Pozielli

Il Ventre di Napoli. Edizione ad Alta Leggibilità

di Matilde Serao. A cura di Fania Pozielli

pagine 424 formato 14×21

Prezzo 18 euro

Edizione febbraio 2020

Categoria: Letteratura, Classici Italiani

EAN/ISBN 978-88-31335-13-3

Il capolavoro di Matilde Serao, in edizione ad alta leggibilità a grandi caratteri, elevata interlinea e rientri ripetuti. A cura di Fania Pozielli. Una preziosa testimonianza storica su Napoli e sui napoletani. Un’opera che ha la forza della verità e della denuncia, di straordinaria attualità: “Questo ventre di Napoli, se non lo conosce il governo, chi lo deve conoscere? A che sono buoni tutti questi impiegati alti e bassi, questo immenso ingranaggio burocratico che ci costa tanto?”. Questa opera di Matilde Serao su Napoli, sua città d’adozione, è stata scritta a cavallo tra XIX e XX secolo. La autrice descrive e delinea, con tono accorato, Napoli e la napoletanità. Denuncia senza mezzi termini misfatti politici, urbanistici e di disuguaglianza sociale, addolcendo i toni solo per descrivere il carattere dei napoletani, toccando temi quali il lotto, la pietà, le case del popolo, il senso di maternità delle donne di Napoli. Un reportage modernissimo, che fa riflettere e paragonare l’oggi al passato e suscita molte domande.

L’Autore: Matilde Serao nasce a Patrasso nel 1856, studia e compie i suoi primi passi nel mondo del giornalismo a Napoli. Lavora per cinque anni come redattrice a Roma per la rivista Capitan Fracassa. Sposa Edoardo Scarfoglio direttore de Il Corriere di Roma. Fondano insieme Il Corriere di Napoli e successivamente Il Mattino. La sua produzione letteraria è vastissima, le sue opere più famose sono Fantasia, La conquista di Roma, Il romanzo della fanciulla, Il ventre di Napoli e Vita e avventure di Riccardo Joanna. Concluso il sodalizio pubblico e privato con Scarfoglio, è la  prima donna a fondare un quotidiano, Il Giorno. Sposa Giuseppe Natale da cui avrà la figlia Eleonora. Nel 1926 ottiene la candidatura al premio Nobel per la letteratura. Muore a Napoli nel 1927.Il curatore: Fania Pozielli vive e lavora a San Benedetto del Tronto. Ha al suo attivo due romanzi: I gabbiani non parlano, del 2015, e Il secolo di Angelo del 2017, vincitore del premio Un libro per Arquata della Omnibus Omnes.  Cura la pagina Giovani Oggi per il Multiblog L’Occhio.net; collabora ai progetti socio-didattici della Omnibus Omnes  e alle iniziative culturali de I luoghi della Scrittura.

Le Avventure di Pinocchio. Edizione ad Alta Leggibilità di Carlo Collodi. A cura di Giampietro De Angelis

Le Avventure di Pinocchio. Edizione ad Alta Leggibilità

di Carlo Collodi. A cura di Giampietro De Angelis

pagine 478 formato 14×21

Prezzo 18 euro

Edizione febbraio 2020

Categoria: Letteratura, Classici Italiani

EAN/ISBN 978-88-31335-12-6

Un libro tra i più venduti al mondo, in edizione ad alta leggibilità a grandi caratteri, elevata interlinea e rientri ripetuti.  A cura di Giampietro De Angelis. Con estrema semplicità, con storie paradossali, impossibili, irreali, Carlo Collodi sa parlare ad ognuno di qualcosa che invece è realissimo: la vita, con i suoi rapporti, la relazione causa-effetto, le attitudini, la capacità di scelta, il discernimento, l’impegno, le paure, le speranze. Collodi ha dato vita ad un personaggio che gli è in qualche modo affine. Pinocchio è scanzonato, ironico, burlesco senza eccesso, sensibile e leale nel suo profondo, non è banale e, se occorre, è coraggioso. Non c’è cattiveria in lui. Il burattino non è un pianificatore strategico e cinico. E deve conquistarsi tutto. Lo fa attraverso le disavventure. La fortuna l’assiste, mettendolo ripetutamente alla prova con situazioni che, con genialità letteraria, l’autore sa rendere particolarmente fantasiosi. La salvezza finale di Pinocchio è nell’occuparsi degli affetti familiari, nel dedicarsi al “babbo” e alla “mamma”, non per dovere, ma per profonda riconoscenza. La propria sfera emozionale, quindi, il proprio mondo, quel privato che diventa microcosmo e che, da solo, è un tutto.

L’Autore:Carlo Collodi nasce nel 1826, il 24 novembre, a Firenze. A dodici anni entra in seminario. Proseguirà con gli studi umanistici dai Padri Scolopi. Inizia a lavorare presso la libreria Piatti.  Fonda la testata giornalistica “Il Lampione”, di stampo satirico, poi la “Scaramuccia”. Nel 1856 adotta lo pseudonimo Collodi. Carlo diventa esperto di fiabe, non solo traducendo i celebri lavori di Charles Perrault, ma modernizzandone la morale. Nel 1881 inizia la pubblicazione ad episodi di “Storia di un burattino” nel “Giornale per bambini” fino al 1883. Gli episodi danno poi vita al libro “Le avventure di Pinocchio”. La morte di Carlo Collodi il 26 ottobre del 1890 nella sua città natale, Firenze.
Il curatore: Giampietro De Angelis è membro fondatore di Omnibus Omnes, che si occupa di sensibilizzazione su tematiche legate ai diritti umani, problematiche sociali, la salvaguardia culturale dei popoli indigeni. Si interessa d’arte, da appassionato ed hobbista. In particolare, le arti figurative e letterarie. Ha al suo attivo la raccolta “All’ombra del punto”, selezione di brevi racconti.

Voyager. For the Cheyenne di Lance Henson

Voyager. For the Cheyenne

di Lance Henson

pagine 128 formato 14×21

Prezzo 14 euro

Edizione gennaio 2020

Categoria: Poesia, Nativi Americani

EAN/ISBN 978-88-31335-10-2

Voyager significa esploratore: il viaggio di Lance Henson è una delle grandi voci della letteratura americana contempo- ranea. Lance Henson è continuo e indomito, e nei suoi poemi testimonia le realtà e i dolori che osserva nella umanità di oggi. Dedica questo libro di  poesie al suo popolo Cheyenne perchè, come dice, “Io sono la mia gente, come la mia gente è me”. La potenza dei suoi versi echeggia lo spirito di un popolo intero, e testimonia la profonda connessione alla Natura della spiritualità dei Nativi Americani: il mondo umano, animale e vegetale sono un tutt’uno, vivo, e gioiscono e soffrono all’unisono. L’essenza di Lance Henson è di un poeta guerriero che osserva con animo amaro: “Ciò che è successo a noi nel passato sta ora succedendo a tutti i membri della razza umana”. Un messaggio forte, all’insegna dell’ambientalismo e della critica dei sistemi del denaro e del potere, che non rispettano più nulla e nessuno.

L’Autore: Lance David Henson è un poeta Cheyenne tra i più rappresentativi della cultura dei Nativi d’America. Le sue opere sono state tradotte in molte lingue e le sue poesie appaiono anche nelle antologie scolastiche italiane, insieme a Walt Whitman, della poesia nordamericana. La poesia di Henson fonde la spiritualità Cheyenne alla cronaca sociale e politica del mondo moderno . Laureato in scrittura creativa all’Università di Tulsa, ha pubblicato 28 libri di poesie e la sua opera è stata tradotta in più di 25 lingue, e pubblicata anche in Italia. Membro dell’AIM (American Indian Movement) e della Dog Soldier Society, da più di 30 anni è attivamente impegnato nella lotta per i diritti dei Cheyenne e delle popolazioni indigene del mondo.

Lessico Lakota. Storia, Spiritualità e Dizionario Italiano-Lakota di Raffaella Milandri e Myriam Blasini

Lessico Lakota. Storia, Spiritualità e Dizionario Italiano-Lakota

di Raffaella Milandri e Myriam Blasini

pagine 252 formato 14×21

Prezzo 18 euro

Edizione dicembre 2019

Categoria: Dizionario, Saggio, Nativi Americani

EAN/ISBN 978-88-31335-07-2

Il primo dizionario Italiano-Lakota, arricchito da storia, riti e tradizioni del famoso popolo Nativo Americano. “Quando il nostro popolo smetterà di parlare Lakota, saremo Wasicu, Uomini Bianchi”, dicono i Lakota. La loro lingua è stata tramandata per tradizione orale ed ha subìto molte trasformazioni a causa della contaminazione dell’inglese e della trasposizione scritta. In questo dizionario Italiano-Lakota, che contiene anche la traduzione inglese, troviamo un punto di riferimento. Tratto dalla comparazione degli studi di Beuchel, White Hat e altri, l’opera affianca storia e tradizioni del fiero popolo Sioux-Lakota, strenuo e ultimo combattente per la propria identità e per il diritto alle proprie terre sacre, le Black Hills.

Scrittrice e giornalista, Raffaella Milandri, attivista per i diritti umani dei popoli indigeni, è membro onorario della Four Winds Cherokee Tribe in Louisiana  e della tribù Crow in Montana. Come viaggiatrice solitaria è stata accolta da tribù nei più remoti angoli di mondo. Ha pubblicato: Io e i Pigmei. Cronache di una donna nella Foresta (Polaris 2011); La mia Tribù. Storie autentiche di Indiani d’America (Polaris 2013); In India. Cronache per veri viaggiatori (Mauna Kea 2019, seconda edizione); In Alaska. Il Paese degli Uomini Liberi (Mauna Kea 2019, seconda edizione); Liberi di non Comprare. Un invito alla Rivoluzione (Mauna Kea 2019, seconda edizione); Gli Ultimi Guerrieri. Viaggio nelle Riserve Indiane (Mauna Kea 2019). Tutti i suoi ultimi libri sono  disponibili in e-book. Myriam Blasini, di origini canadesi, è studiosa appassionata di storia delle religioni e di tradizioni multiculturali e multilinguistiche. Laureanda in Veterinaria alla Federico II di Napoli, è esperta di cultura giapponese e di manga.

In India. Cronache per Veri Viaggiatori di Raffaella Milandri

In India. Cronache per Veri Viaggiatori

di Raffaella Milandri

pagine 172 formato 14×21

Prezzo 14 euro

Edizione novembre 2019 ; seconda edizione aggiornata e corretta

Categoria: narrativa di viaggio, popoli indigeni, guida, diritti umani

EAN/ISBN 978-88-31335-03-4

Per tutti i viaggiatori che amano l’India. L’India viene raccontata, attraverso il viaggio on the road dell’autrice, da angolazioni originali e innovative, e fuori dalle rotte conosciute ai turisti. In un racconto estremamente coinvolgente, a tratti ironico e divertente, durante il viaggio si crea un insolito rapporto tra la “Madame” e l’autista sikh, fedele accompagnatore. Mentre macina chilometri sulle polverose strade indiane, da Delhi a Calcutta fino alle foreste dell’Orissa, la Milandri affronta un viaggio avventuroso e costellato di colpi di scena. Il libro offre consigli di viaggio e riflessioni sull’India “vera”, ma racconta anche la ardua e ostinata ricerca della verità sulla lotta di tribù primitive che difendono i loro diritti umani. Dice l’autrice: “Un viaggio pericoloso, dove il fatto di essere donna sola mi è stato di estremo aiuto: sono stata sottovalutata e grazie a questo ho avuto accesso a luoghi inaccessibili e informazioni riservate”.

L’Autrice Scrittrice e giornalista, fotografa umanitaria e viaggiatrice in solitaria, Raffaella Milandri, attivista per i diritti umani dei popoli indigeni, è membro onorario della Four Winds Cherokee Tribe in Louisiana  e della tribù Crow in Montana. Come viaggiatrice solitaria è stata accolta da tribù nei più remoti angoli di mondo. Ha pubblicato: Io e i Pigmei. Cronache di una donna nella Foresta (Polaris 2011); La mia Tribù. Storie autentiche di Indiani d’America (Polaris 2013); In India. Cronache per veri viaggiatori (Mauna Kea 2019, seconda edizione novembre 2019); In Alaska. Il Paese degli Uomini Liberi (Mauna Kea 2019, seconda edizione ottobre 2019); Liberi di non Comprare. Un invito alla Rivoluzione (Mauna Kea 2019, seconda edizione agosto 2019); Gli Ultimi Guerrieri. Viaggio nelle Riserve Indiane (Mauna Kea 2019). Tutti i suoi ultimi libri sono disponibili in e-book.

In Alaska. Il Paese degli Uomini Liberi di Raffaella Milandri


In Alaska. Il Paese degli Uomini Liberi

di Raffaella Milandri

pagine 164 formato 14×21

Prezzo 14 euro

Edizione ottobre 2019 ; seconda edizione aggiornata e corretta

Categoria: narrativa di viaggio, scienze sociali, popoli indigeni, guida, diritti umani

EAN/ISBN 978-88-31335-06-5

In un viaggio in solitaria di oltre 10.000 chilometri in Alaska, l’autrice  percorre  i sentieri dei cercatori d’oro, dei pionieri e dei cacciatori di balene. Lassù, ai confini del mondo, si imbatte in una natura umana forte e gentile, ma tocca con mano i risultati catastrofici del riscaldamento globale e delle crudeltà dell’uomo bianco. Un libro intenso che racconta la scoperta dell’Alaska, una “ultima frontiera” che contrappone la sicurezza della vita comoda, moderna e consumistica, alla  incertezza costante di chi ha scelto la libertà. Oltre il Circolo Polare Artico la solitudine tocca le vette più alte e il silenzio bianco regna sovrano. Sarà il capitano Roy, del popolo Inupiaq, ad aprire le porte alle tradizioni antiche della sua gente, ma anche a rivelare la dura realtà di un mondo senza scrupoli in lotta per il petrolio e per il denaro; l’orso polare — il gigante gentile dell’Artico— è tra le prime vittime di cambiamenti irreversibili.

Gli Ultimi Guerrieri. Viaggio nelle Riserve Indiane di Raffaella Milandri

Gli Ultimi Guerrieri. Viaggio nelle Riserve Indiane

di Raffaella Milandri

pagine 138 formato 14×21

Prezzo 14 euro

Edizione settembre 2019 Categoria: narrativa di viaggio, scienze sociali, popoli indigeni

EAN/ISBN 978-88-31335-01-0

Un viaggio affascinante tra gli Ultimi Guerrieri, dalla parte dei Nativi Americani. Un Davide Nativo Americano lotta contro un Golia rappresentato dalla avidità senza fine delle multinazionali. Nello scenario ammaliante dei pow wow, le feste delle riserve indiane in costume tradizionale, l’autrice abbraccia la causa di un popolo che difende la Madre Terra, e lotta per la propria identità, dopo secoli di ingiustizie e sopraffazioni da parte dell’Uomo Bianco. Raffaella Milandri confronta cultura, usanze e cerimonie delle due tribù, i Crow e i Lakota, anticamente nemiche. Per i Lakota i problemi non sono solo i Trattati mai rispettati dal Governo degli Stati Uniti, che li hanno privati delle terre sacre, le Black Hills; incombono anche oleodotti, miniere di uranio e d’oro che feriscono la Natura e avvelenano l’Uomo. Battaglie senza arco e frecce, ma con tanta determinazione da parte degli Uomini Rossi.

L’Autrice Scrittrice e giornalista, fotografa umanitaria e viaggiatrice in solitaria, Raffaella Milandri, attivista per i diritti umani dei popoli indigeni, è membro onorario della Four Winds Cherokee Tribe in Louisiana  e della tribù Crow in Montana. Come viaggiatrice solitaria è stata accolta da tribù nei più remoti angoli di mondo. Ha pubblicato: Io e i Pigmei. Cronache di una donna nella Foresta (Polaris 2011); La mia Tribù. Storie autentiche di Indiani d’America (Polaris 2013); In India. Cronache per veri viaggiatori (Mauna Kea 2019, seconda edizione novembre 2019); In Alaska. Il Paese degli Uomini Liberi (Mauna Kea 2019, seconda edizione ottobre 2019); Liberi di non Comprare. Un invito alla Rivoluzione (Mauna Kea 2019, seconda edizione agosto 2019); Gli Ultimi Guerrieri. Viaggio nelle Riserve Indiane (Mauna Kea 2019). Tutti i suoi ultimi libri sono disponibili in e-book.

Liberi di non comprare. un invito alla rivoluzione di Raffaella Milandri

Liberi di non Comprare. Un invito alla Rivoluzione

di Raffaella Milandri

pagine 138 formato 14×21

Prezzo 14 euro

Edizione agosto 2019; seconda edizione aggiornata e corretta

Categoria: scienze sociali, consumismo

EAN/ISBN 978-88-31335-00-3

Attenzione, qui non parliamo di risparmio. Questo è l’invito a una rivoluzione. Per non essere solo denaro, ma per essere di nuovo uomini. È l’invito all’azione: quella di adoperarsi per cessare di essere consumatori e ridiventare persone. Un viaggio verso la libertà, per definirci finalmente persone e non più vittime di un sistema che ci vuole solo consumatori e nient’altro. Un’esortazione a combattere ognuno per se stesso, con il coltello fra i denti, per ridare dignità e peso alla propria esistenza. Per non essere solo denaro, ma per essere di nuovo Uomini. Ma anche per dare sollievo al Pianeta Terra, oberato da inquinamento e rifiuti. Attraverso la storia di Jesus, un senzatetto di New York, e gli interventi di Popoli Indigeni con la loro millenaria cultura, Raffaella Milandri, in questo libro, ci conduce al centro di un’esperienza umana e sociale, prima ancora che economica. Il libro contiene contributi di Renzo Paris, di Francesco Barbagallo, di Bruno Bozzetto, di Sabrina, sopravvissuta al recente terremoto del Centro Italia, e di Nativi Americani, Boscimani, Aborigeni.

Comunicati Stampa

Il primo dizionario Italiano-Lakota, per salvare una lingua dalla estinzione

Lessico Lakota. Storia, Spiritualità e Dizionario Italiano-Lakota

E’ in uscita il 18 dicembre “Lessico Lakota”, il primo dizionario in italiano della lingua Lakota, del famoso popolo dei guerrieri Sioux-Lakota. A condurre l’ardua impresa, la casa editrice sambenedettese Mauna Kea con le due curatrici, Raffaella Milandri e Myriam Blasini. L’obiettivo è salvare una preziosa lingua nativa americana,  ma anche pubblicare il dizionario entro il 2019, che è l’Anno Internazionale delle Lingue Indigene proclamato dall’ONU. Ogni linguaggio è un depositario di identità, storia culturale, tradizioni e memoria, quindi importantissimo; e le lingue parlate dai popoli indigeni, come i Nativi Americani, sono in via di estinzione. Nell’allarme lanciato dall’ONU, si sottolinea come su 7000 linguaggi parlati nel mondo, oltre il 40% sia a rischio di scomparir in pochi anni. Il lancio della preziosa opera avverrà proprio a San Benedetto del Tronto il 20 dicembre, presso la Sala Consiliare, a cura della Omnibus Omnes.  Dato che la lingua Lakota è stata fino a metà dell’Ottocento una lingua solo parlata e mai scritta, e che vi sono svariate interpretazioni della stessa, il “Lessico Lakota” è tratto da approfonditi studi delle fonti più autorevoli; ad accompagnarlo, storia, tradizioni e mitologia del popolo nativo americano. Commenta Raffaella Milandri: “Questo libro vuol dare un contributo prezioso alla cultura e alla identità del popolo Sioux-Lakota, e dare in parte giustizia alla opera di violenta prevaricazione culturale subita da milioni di nativi americani. Non dimentichiamo che la lingua Lakota, insieme a quella Navajo e ad altre, hanno contribuito attraverso i famosi code talker a salvare il mondo dalla piaga della Seconda Guerra Mondiale, usando questi linguaggi come codici indecifrabili per i criminali nazisti”.

Gli Ultimi Guerrieri, nuovo  libro-verità dalla parte dei Nativi Americani

E’ in uscita “Gli Ultimi Guerrieri. Viaggio nelle Riserve Indiane”, il sesto libro della attivista Raffaella Milandri, che racconta un viaggio-inchiesta tra i popoli Nativi Americani anticamente nemici: i Sioux-Lakota e i Crow, che si affrontarono nella famosa battaglia del Little Big Horn. Mentre i Lakota combattevano per la libertà, i Crow si erano alleati con Custer e l’Uomo Bianco. Come vivono oggi queste due tribù, dopo anni di vita nelle riserve indiane?  La Milandri, membro adottivo della tribù Crow, racconta di riunioni segrete e suggestivi pow wow, e nel suo libro accende i riflettori sulla lotta odierna dei Lakota: sulle loro terre sacre, le Black Hills, incombono oleodotti, miniere di uranio e d’oro. Una battaglia senza arco e frecce, ma con tanta determinazione da parte degli Uomini Rossi per difendere l’ambiente e la propria identità. La Milandri si schiera dalla parte dei Fratelli Rossi, dipingendo un Davide Nativo Americano contro il Golia rappresentato dalla avidità senza fine di governi e multinazionali.  Nei suoi libri Raffaella Milandri promuove la cultura e i diritti umani dei Popoli Indigeni, che vivono ai margini del “Progresso”, ma i cui microcosmi sociali e culturali rappresentano esempi preziosi di convivenza pacifica ed ecosostenibile. Scrittrice e giornalista, fotografa umanitaria e viaggiatrice in solitaria, Raffaella Milandri, attivista per i diritti umani dei popoli indigeni, è membro onorario della Four Winds Cherokee Tribe in Louisiana  e della tribù Crow in Montana. Come viaggiatrice solitaria è stata accolta da tribù nei più remoti angoli di mondo. Il suo “Liberi di non Comprare”, dopo aver ricevuto diversi premi, è appena uscito in seconda edizione.

“Liberi di Comprare”: il pluripremiato libro della Milandri esce in seconda edizione e in ebook

Dopo la vittoria al Concorso Letterario di Grottammare XI° edizione, il quarto posto al Premio Letterario Internazionale Città di Cattolica XI° edizione, è arrivato al terzo posto del Premio Internazionale Città di Castrovillari III° edizione il libro di Raffaella Milandri, “Liberi di non Comprare”. Una importante serie di riconoscimenti per la scrittrice e attivista per i diritti umani, ha appena fondato una nuova casa editrice, la Mauna Kea Edizioni. “Il mio ultimo libro parla del consumismo come causa principale dell’inquinamento, della decadenza dei valori umani, della solitudine e delle discriminazioni sociali. E’ una opera che ho avuto urgenza di divulgare e che è stata premiata a concorsi letterari di prestigio. Le vittorie del mio lavoro sono un momento importante per riflettere sul futuro: è una responsabilità. Vuol dire che sono sulla strada giusta, e mi devo impegnare ancora di più, in maniera particolare nella divulgazione della letteratura etica, che abbia una funzione sociale e civile”.  Aggiunge: “Il mondo della editoria segue strade tortuose, oggi un autore che abbia editori che lo pubblicano, non ha raggiunto il successo: occorre il gotha degli editori per andare oltre, e non basta. Solo lo 0,7% degli scrittori riesce a vivere del proprio lavoro, in Italia. Con la Mauna Kea cerco autori con cui fare la differenza”. La Milandri, oltre ad essere impegnata come autrice di libri e come viaggiatrice, è anche presidente della Omnibus Omnes, una associazione molto attiva sul territorio con iniziative a livello interregionale e nazionale. “Liberi di non Comprare. Un Invito alla Rivoluzione” è appena uscito in seconda edizione proprio con la Mauna Kea Edizioni, e per la prima volta è uscita la edizione ebook, sempre a cura della nuova Casa Editrice.

Parte la casa editrice etica, Mauna Kea Edizioni. E cerca autori da best seller

Apre i battenti una casa editrice marchigiana che ha tutta l’intenzione di dare voce a chi non ne ha: la Mauna Kea Edizioni. Il nome e il logo nascono dal vulcano dormiente delle Hawaii, sacro agli indigeni, e attualmente teatro di una lotta ambientalista. Saranno infatti l’ambiente, l’ecosostenibile e i diritti umani i temi ad essere affrontati nelle uscite imminenti della Mauna Kea. Nel “cratere” del vulcano editoriale sono previsti autori stranieri tra cui Nativi Americani, e dizionari di lingue indigene; ma un appello è per gli autori nostrani. Tra i fondatori Raffaella Milandri, scrittrice e giornalista, che afferma: “Tra le tante persone che scrivono libri, si annidano autori da best seller che aspettano solo di prendere il volo, e che noi abbiamo intenzione di supportare in tutto e per tutto. La nostra ricerca è di scrittori originali e di talento, dalle tematiche anche inusuali, di preferenza legate ad un concetto di letteratura etica, che abbiano una valenza morale e di ispirazione positiva sui lettori. E anche legate alla denuncia di situazioni umanamente difficili, che troppo spesso vengono insabbiate”. La Milandri, attivista per i diritti umani, è stata frequentemente impegnata in inchieste di denuncia sul mondo dei popoli indigeni e sfruttamento dei loro territori. Il mondo editoriale attualmente vede una moltitudine di libri in uscita e le case editrici in Italia sono quasi 5000. Aggiunge la Milandri: “Saremo etici anche in questo: nel lavorare fianco a fianco con gli autori che selezioneremo. Inoltre, abbiamo intenzione di dare in donazione una parte degli utili, a sostegno di campagne benefiche”. In progetto prevede edizioni cartacee, ebook e audiolibri, e non si esclude una collana di fumetti, ma non finisce qui: alla Mauna Kea lo sceneggiatore Andrea Cacciavillani si occuperà anche di adattamenti cinematografici e per la tv dei testi idonei. Tra le uscite di settembre e ottobre, un dizionario Italiano-Lakota e un libro della Milandri, attivista per i diritti dei popoli indigeni: “Gli Ultimi Guerrieri”, dedicato al popolo dei Sioux-Lakota e alle lotte in corso contro miniere di uranio e oleodotti. Battaglie senza arco e frecce, ma con tanta determinazione da parte dei Nativi Americani a salvare le sacre Black Hills.